lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Inzino
di EDMONDO BERTUSSI 12 dic 10:40

A Natale tornano in scena “I Caicì”

Il gruppo teatrale dialettale, durante le festività, è atteso nel teatro parrocchiale con la commedia “Na mà la làa l’àltr” di Maria Filippini

“I Caicì de Inzì” vantano 38 anni di presenza sulla scena. Il nome richiama le“caèce”, i chiodi squadrati a punta realizzati ai magli sul fiume Re che conficcati nel legno saldavano pezzi tra loro. Anche quest’anno la compagnia propone una commedia dialettale che viene messa in scena la sera del Santo Natale per poi essere replicata nei giorni successivi e in quelli a cavallo dell’Epifania.

Natale. “I Caicì” saranno sul palco del teatro parrocchiale con la commedia dialettale “Na mà la làa l’àltr” di Maria Filippini, scelta sempre guardando ai valori dell’amore, dell’amicizia e della tolleranza che ne guidano la trama incentrata sulla risoluzione di problemi e difficoltà di convivenza in un condominio, moderna sostituzione di quella che era la solidale comunità di “cortile”.

Radici. Siamo “sempre fedeli alle nostre radici” ha sottolineato Damiano Tira, presidente dal 1991 dopo gli indimenticati Bruno Bolognini e Claudio Bettariga.Un velo di malinconia è inevitabile ricordando i registi Leonello Campanelli, che ne è stato anche scenografo, Luigi Bondio, Battista Rambaldini dei quali il primo e il terzo prematuramente scomparsi. Dal 1997 il regista è Giorgio Galvani, mentre dal 1983 le scenografie sono curate dal pittore William Fantini. C’è poi Enrico Milini, attore e leggendario vicepresidente del gruppo.

Scelta. La scelta fatta nel 1979 veniva dalla voglia di aggregazione e solidarietà; una decisione maturata nel corso della prima Festa della scuola elementare del plesso di Inzino, consolidata con il Settembre inzinese. La scelta di utilizzare il dialetto ha l’obiettivo di ricordare i valori del territorio e della sua gente.

Appuntamento. L’appuntamento natalizio con il gruppo di animazione teatrale è diventato una tradizione per l’intera comunità, a beneficio della quale sono destinati parte dei proventi. Da ricordare, nel 1998, la vendita di arance per dare una mano all’inzinese padre Pier Luigi e alla comunità di Sarno colpita da una violenta alluvione. La commedia è in programma alle 20.30 nelle seguenti date: 25 dicembre, 26 e 27 dicembre. A seguire il 5, 6 e 7 gennaio 2018.

EDMONDO BERTUSSI 12 dic 10:40