lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Milano
di REDAZIONE 11 set 09:05

Bordonali: codice criticità arancione

L'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso un avviso di codice arancione esteso a tutta la regione per rischio idrogeologico e idraulico.

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita' e' coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso un avviso di moderata criticita' (codice arancione) per rischio idrogeologico e idraulico. L'avviso di criticita', il numero 113, vale anche come comunicazione per i rischi con codice giallo.



"La parte piu' intensa della perturbazione - ha commentato l'assessore Bordonali - e' transitata nella notte e primo mattino su tutta la regione, interessando in modo piu' insistente Nordovest e Prealpi Centrali. Il sistema principale si e' ormai spostato verso est ma restera' per il resto della giornata di oggi una debole circolazione ciclonica con residua instabilita'".



Per la giornata di oggi, lunedi' 11 settembre, si registrera' una circolazione meridionale od occidentale per lo spostamento verso i Balcani della depressione attualmente sul Mediterraneo. Sulla Lombardia sono possibili rovesci sparsi di breve durata sui settori orientali, soprattutto tra notte e mattino, ma al piu' di debole o moderata intensita'. Rinforzi di vento da nord in serata sul Nordovest. Rischio idrogeologico: Sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco) e IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia) e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia) la criticita' e' prevista fino alle ore 13 di domani, lunedi' 11 settembre; successivamente il codice da 'arancione' passera' a 'giallo'. Rischio idraulico: Sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia) la criticita' e' prevista fino alle ore 13 di domani, lunedi' 11 settembre.

Codice giallo: Permangono invece condizioni di ordinaria criticita' (codice giallo) per:: Rischio idrogeologico: sulle zone omogenee IM-03 (Alta Valtellina, provincia Sondrio). Rischio idraulico: sulle zone omogenee IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-10 (Pianura centrale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza e Milano) e IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova). Rischio temporali forti: sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio),IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province di Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona, Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia). Rischio vento forte: sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona,Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova)e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia). Effetti al suolo: sulla base delle previsioni meteorologiche emesse da ARPA-SMR, dei quantitativi di pioggia registrati nelle ultime ore e delle valutazioni condotte dal Centro Funzionale regionale, si suggerisce ai Presidi territoriali di mantenere, almeno fino alle ore centrali di domani 11/09, un'adeguata attivita' di sorveglianza e controllo del territorio per gli scenari di rischio idrogeologico e idraulico, con effetti anche diffusi legati a instabilita' di versante, colate di detrito o di fango, fenomeni di erosione e cadute massi (anche nelle aree interessate da recenti incendi boschivi), innalzamenti dei livelli idrici, fenomeni di erosione spondale e possibili locali effetti di esondazione (anche dovuti a insufficienze locali delle reti di drenaggio urbano, in particolare nelle aree metropolitane), che potrebbero determinare pericolo per la sicurezza e integrita' di beni e persone. Frana Pal-Sonico (IM-07): A seguito della revoca del codice 'arancione' per rischio idrogeologico sull'area IM-07 a decorrere dalle ore 13 di domani, lunedi' 11 settembre, con passaggio a codice 'giallo', si segnala il passaggio alla fase di ordinaria criticita' per gli scenari A (Frana Pal) e B (Colate Val Rabbia), rimandando alle azioni previste dalla "Pianificazione d'Emergenza provinciale per rischio Idrogeologico-Idraulico del Fiume Oglio e del torrente val Rabbia".

Si consiglia, dove ritenuto necessario, l'attivazione dell'attivita' di monitoraggio e sorveglianza e l'attuazione di tutte le misure previste nella Pianificazione di Emergenza locale e/o specifica. 


REDAZIONE 11 set 09:05