lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Milano
19 dic 08:12

Accordo per la salute del Sebino

Sottoscritto in Regione un accordo di collaborazione tra più enti per la tutela delle acque del lago d'Iseo. La Giunta regionale ha anche approvato uno schema di convenzione per il miglioramento del servizio idrico integrato. A Brescia 3 milioni di euro per un nuovo collettore

Dalla Regione 450mila euro per interventi a tutela del lago d’Iseo. E’ quanto prevede l’accordo di collaborazione sottoscritto ieri tra la Regione, le Province di Brescia e Bergamo e l’Autorità di Bacino dei laghi d'Iseo, Endine e Moro per interventi di tutela del lago d'Iseo.

"Grazie a questo accordo – ha affermato l’assessore regionale all’ambiente Claudia Terzi - diamo un per la predisposizione un progetto di fattibilità finalizzato a valutare le azioni necessarie a combattere la presenza delle alghe infestanti, nonché la rimozione di altro materiale presente sulla superficie dei laghi d'Iseo ed Endine. Inoltre, si prevede l'affidamento da parte delle Province di Bergamo e di Brescia, all'Autorità di bacino lacuale dei laghi d'Iseo, Endine e Moro, della gestione dell'attività di pulizia delle acque superficiali e di contenimento della vegetazione acquatica del Lago d'Iseo".

Diverse sono le attività previste: piano di gestione della vegetazione acquatica del lago di Iseo, per garantire la navigabilità delle acque e la salvaguardia della biodiversità; piano di gestione della vegetazione acquatica del lago di Endine, allo scopo di contenere l'espansione del canneto per garantire la fruibilità del lago. Infine, è prevista l'attività di contenimento delle macrofite acquatiche in caso di eccezionale proliferazione e il piano di manutenzioni ordinarie ai mezzi utilizzati.

Gli interventi saranno eseguiti dall'Autorità di Bacino, anche con l'utilizzo dei battelli raccoglitori o eradicatori. "Tra le azioni - spiega l'assessore Terzi – è prevista la raccolta e il trasporto presso impianti autorizzati, delle macrofite dalle sponde lacustri, quando l'eccessivo sviluppo provochi danni alla navigazione o un incremento dell'eutrofizzazione".

"Abbiamo deciso di investire sul nostro patrimonio - conclude Claudia Terzi - e lo facciamo concretamente con fondi e azioni programmate per la tutela dei nostri laghi. Oggi abbiamo raggiunto un importante traguardo che, sono convinta, potrà segnare una svolta nella pulizia del Lago, anche in un'ottica di semplificazione delle competenze. Obiettivo centrato per il rilancio del lago d'Iseo".

L’accordo di collaborazione è stato sottoscritto nello stesso giorno in cui la Giunta regionale ha approvato lo schema di convenzione per la delega delle funzioni di organismo intermedio per l'attuazione degli interventi di depurazione dei laghi prealpini previsti nel Patto per la Lombardia. Si tratta di una convenzione che implementerà e ottimizzerà il Servizio idrico integrato, tramite un investimento complessivo di più di 18 milioni di euro. In collaborazione con gli Uffici d'ambito territoriali delle province di Brescia, Como, Lecco e Varese saranno 30 interventi di collettamento finalizzati alla depurazione dei Laghi Prealpini. Nel Bresciano, con un investimento di 3 milioni di euro, sarà realizzato un nuovo collettore

19 dic 08:12