lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Tremosine
di MASSIMO VENTURELLI 31 ott 08:15

Tremosine: incendio non ancora domato

Ascolta

L'assessore regionale Simona Bordonali ha fatto ieri il punto sulle diverse situazioni critiche presenti sul territorio lombardo. Quella più preoccupata è sicuramente quella dell'area gardesana. La Regione intende chiedere lo stato di emergenza nazionale

“Chiederemo lo stato di emergenza nazionale". Lo ha annunciato ieri l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, durante la tradizionale conferenza stampa dopo giunta, facendo il punto sugli incendi ancora attivi sul territorio.

Dopo l’incontro con la stampa l'assessore ha incontrato il ministro dell'Interno, Marco Minniti, in prefettura a Varese, per dare il punto della situazione.

L’assessore Bordonali ha ricordato le attività di spegnimento sui 5 incendi attivi nei territori lombardi, tra cui il Comune di Tremosine. "L'incendio più vasto - ha specificato l’assessore - è a Tremosine, dove sono bruciati circa 200 ettari di bosco ceduo, quasi il 40% del totale distrutto sul territorio regionale (circa 500 ettari)”. La responsabile delle politiche della sicurezza e della protezione civile sul territorio lombardo ha ricordato il lavoro svolto da tanti volontari e l’impiego di mezzi aerei di Regione Lombardia (quattro elicotteri) e di tre Canadair (due italiani e uno croato). A questi si sono aggiunti nelle ore successive anche altri due elicotteri, a cui si aggiungeranno due elicotteri messi a disposizione dalla Confederazione elvetica, in grado di sganciare 4.500 litri d'acqua per volta". L'assessore ha poi voluto ringraziare i Vigili del fuoco, i volontari dell'antincendio boschivo e tutti coloro che, in diverso modo, stanno partecipando alle operazioni di spegnimento.

Simona Bordonali si è detta preoccupata anche dall’evoluzione delle condizioni meteo che sembrano favorevoli a riprodursi di nuovi incendi. L'allontanamento verso l'Europa orientale della massa d'aria fredda che ha interessato l'Italia nel fine settimana determina una rimonta anticiclonica, che tenderà a coinvolgere anche la Lombardia nelle prossime ore.

Si attenuano dunque le correnti settentrionali che hanno interessato la regione, mentre prosegue il periodo secco con assenza di precipitazioni su tutto il territorio. Si segnalano pertanto condizioni favorevoli allo sviluppo e alla propagazione di incendi boschivi sui settori alpini, prealpini e appenninici.

Parlando della situazione bresciana l’assessore Bordonali ha ricordato come in due giorni di incendio a Tremosine siano andati in fumo 200 ettari di bosco ceduo. Le attività di spegnimento sono affidate al direttore operazioni spegnimento Dario Entrade (Ana). L’azione nel Gardesano vede il coinvolgimento di diverse realtà, alcune delle quali giunte con mezzi e uomini anche dal vicino Trentino.

MASSIMO VENTURELLI 31 ott 08:15