lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di VALERIA MESSI 05 ott 12:46

The Big Beat Night

Sabato 7 ottobre per la Notte Della Cultura la città si veste e si anima con i suoni, i versi e le atmosfere della Beat Generation, per un’estemporanea rinascita di quel movimento cult che ha fatto sognare tanti

Ritorna la Notte della Cultura, quest’anno tutta in veste “Beat”. Il 7 ottobre sarà infatti The Big Beat Night, una serata per omaggiare la mitica Generazione Beat e lo spirito libero e antieroico che segnò la letteratura, la musica e il costume di più di una generazione.

Promossa e realizzata dal Comune di Brescia, con il contributo di Regione Lombardia, in collaborazione con le principali istituzioni culturali cittadine e con numerose altre realtà attive sul territorio, la Notte della Cultura si propone di valorizzare la città e il suo patrimonio storico, artistico e monumentale. Dal pomeriggio alla mezzanotte Brescia si trasformerà in un palcoscenico, e lo farà con una serie di proposte create ad hoc per l’occasione.

A dare il via, alle 17.30, l’inaugurazione della mostra “A Life: Lawrence Ferlinghetti” al Museo Santa Giulia. Altre 3 sono le mostre che verranno inaugurate nel corso della serata: al Mo.Ca la mostra “La Generazione Beat”, che dalle 20 ospiterà nel proprio cortile il concerto “Beat! Beat! Beat!”. Nel “bunker” di Parco Odorici la mostra fotografica “Lawrence Ferlinghetti around the beat”. Infine “Inside” una personale di Stefano Ogliari Badessi all’interno del nuovo spazio espositivo C.A.R.M.E., aperto per la prima volta proprio in questa particolare occasione, dove alle 21 l’installazione “Red Emotional Space” verrà animata da Elisabetta Benedetta Marioni. Tutte le mostre, insieme alle gallerie d’arte, resteranno aperte fino alle 24.

Dalle 19 in Corso Garibaldi avranno luogo l’installazione sonora “Urban Beats” di Nicola di Croce e la videoinstallazione a cura di Avisco dal titolo “Puzzlesmartphone @carmine”. Da Piazza Paolo VI alle 20 partirà “Rovescio – The Frisbee Way 2017”, una performance site-specific ideata per il Santarcangelo Festival dal musicista e performer Fabrizio Saiu, appositamente ripensata per Brescia. Alle 20.30 invece il Capitolium ospiterà la rappresentazione “Don’t be Afraid”, una coproduzione Residenza IDRA, Teatri di Vetro e C&C Company. Presso la Chiesa di San Zanino, andrà in scena il progetto della Fondazione Teatro Grande di Brescia dal titolo “Tivoli of the Mind” alle 21 e alle 22. Sempre alle 21 in Contrada del Carmine la performance “VER. Un maiale vede un verme in primavera” e successivamente un omaggio dell’artista Økapi a Oliver Massiaen “Pardonne-Moi, Oliver! – 16 oiseaux pour Oliver Massen”.

In Piazza del Foro alle 21.30 si terrà invece lo spettacolo “Musiche Speziate”, mentre alle 22 nel cortile di Palazzo del Broletto andrà in scena “Degeneration Beat. A tribute to Jack Kerouac”, un esperimento di prosa spontanea su musiche dei Brother K, ad opera di Boris Savoldelli, Umberto Petri, e Alessandro Ducoli. Il gran finale di questa serata sarà alle ore 22.30 e alle 23.30 con lo spettacolo “Nel Fragore del sogno. Searching for Beat”, una produzione del CTB a cura di Luca Micheletti, che animerà Piazza Loggia cercando di rievocare quella sfida al presente ingaggiata da un gruppo di “facinorosi della poesia”.

VALERIA MESSI 05 ott 12:46