lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di CESARE POLVARA 03 gen 19:09

Sinodalità: la parola guida del Vescovo

L'anno che verrà nelle parole di mons. Cesare Polvara, provicario generale della Diocesi di Brescia

Sono alcune parole e alcune sollecitazioni che il nuovo vescovo Pierantonio Tromalada ha più volte ricordato, a segnare il 2018 della Chiesa bresciana. La prima è sicuramente “sinodalità”. Più volte il Vescovo ha espresso il desiderio di coinvolgere tutte le comunità e la diocesi nello stile sinodale. Per questo a sua scelta è stata quella di incontrare tutti i sacerdoti: per due giorni ha scelto di essere nelle diverse zone pastorali in cui è divisa la diocesi per avere con loro, dopo un momento di preghiera e di ascolto della Parola, occasioni di incontro comunitari e individuali. La domenica, poi, come ha già fatto nelle prime settimane del suo episcopato, continuerà a celebrare la Santa Messa in una delle parrocchie delle diverse zone pastorali della diocesi per vivere un momento di incontro con le comunità, condividendo, poi, con i sacerdoti un momento di fraternità. Un altro elemento che caratterizzerà il 2018 della Chiesa bresciana sarà l’attenzione al mondo giovanile. Ci stiamo preparando a vivere il sinodo dedicato ai giovani, e come lo stesso vescovo Tremolada ha più volte avuto modo di sottolineare, la chiesa bresciana nel corso dell’anno si metterà in ascolto dei giovani così da poter leggere quanto uscirà dal Sinodo stesso e studiare come viverlo al meglio in diocesi questa attenzione a giovani e vocazioni che lo stesso Vescovo ha più volte inserito tra le priorità pastorali della nostra Chiesa. Non meno importante, nel corso del prossimo anno, sarà l’attenzione e l’impegno per la famiglia con una particolare cura a tanti aspetti critici perché possa trovare pieno compimento quanto ha raccomandato papa Francesco con l’Amoris Laetitia. Il Vescovo chiede anche di conoscere meglio il cammino dell’Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi e delle Unità pastorali.

Guardando ancora al 2018 credo che un ultimo elemento, già oggetto di riflessione in queste prime settimane dell’episcopato bresciano del vescovo Tremolada, e che, nel segno della già ricordata sinodalità, sarà materia di confronto anche nei diversi organismi di compartecipazione di cui la Chiesa dispone (dal consiglio episcopale in giù, ndr), sarà quello di una riforma della Curia. Si tratta di un tema sul tavolo già da tempo e che sarà motivo di riflessione perché la Curia, come ha indicato lo stesso mons. Tremolada, diventi con i suoi uffici uno strumento a servizio della Chiesa bresciana e delle sue comunità.

CESARE POLVARA 03 gen 19:09