lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Palosco
di REDAZIONE 16 apr 10:00

L’alfabeto dell’amore in famiglia

Un 1° maggio tutto speciale, di festa e ringraziamento. L’Ufficio Famiglia della diocesi organizza in sinergia con i sacerdoti della zona pastorale di Palazzolo una festa delle famiglie. Il significato di questa giornata è presto detto, facendo riferimento alla voglia di stare insieme in semplicità e allegria, come pure al poter riflettere e pregare sul grande dono della vita familiare

L’alfabeto dell’amore in famiglia. Un 1° maggio tutto speciale, di festa e ringraziamento. L’Ufficio Famiglia della diocesi di Brescia organizza in sinergia con i sacerdoti della zona pastorale di Palazzolo una festa delle famiglie. Il significato di questa giornata è presto detto, facendo riferimento alla voglia di stare insieme in semplicità e allegria, come pure al poter riflettere e pregare sul grande dono della vita familiare. Papa Francesco nel suo documento Amoris Laetitia ci ricorda che “Il bene della famiglia è decisivo per il futuro del mondo e della Chiesa (n. 31)” e più avanti, che L’amore vissuto nelle famiglie è una forza permanente per la vita della Chiesa (n. 88)”. Al termine del suo intervento magisteriale con senso della realtà e ugualmente tanta speranza afferma: “Camminiamo, famiglie, continuiamo a camminare! Quello che ci viene promesso è sempre di più. Non perdiamo la speranza a causa dei nostri limiti, ma neppure rinunciamo a cercare la pienezza di amore e di comunione che ci è stata promessa” (n. 325).

Le fatiche quotidiane spesso ci fanno perdere lo smalto della gioia e il gusto di cercare la bellezza nelle relazioni, costringendoci a ridurre il campo di bene offerto e ricevuto. L’alfabeto di amore del mondo familiare rischia così di essere impoverito, se non addirittura di essere dimenticato. Abbiamo bisogno di ritornare a parlarci bene, a comunicarci quell’amore di Cristo al quale siamo chiamati: la sua carità è la nostra gioia e felicità. Ecco perché il 1° maggio di quest’anno chiede a tutti di prepararsi e partecipare. Sarà una giornata piacevole e semplice, con un percorso da camminare tra Palosco e Pontoglio, per poi passare tutto il pomeriggio all’Oratorio san Giovanni Bosco. Ritrovo e partenza presso il Santuario della Madonna della Mercede a Palosco (loc. Torre delle Passere) alle 10.00, mentre la messa conclusiva della giornata verrà celebrata alle 16.30 (chiesa parrocchiale di Pontoglio)

REDAZIONE 16 apr 10:00