lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 13 nov 08:08

Riqualificazione aree degradate si firma

Ascolta

Questa mattina Maria Elena Boschi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri in Loggia per la sottoscrizione, con i Comuni selezionati, del Piano nazionale per la riqualificazione culturale e sociale delle aree urbane degradate. A Brescia 2 milioni di euro, che si assommano ai 18 del Bando Periferie

Maria Elena Boschi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, sarà questa mattina in palazzo Loggia per la sottoscrizione della convenzione tra il Comune di Brescia e il governo per lo sblocco delle risorse destinate alla città all’interno del Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle arre urbane degradate.

Il bando, che era stato introdotto con la legge di stabilità del 2015, preveda le modalità e la procedura per la presentazione, da parte dei Comuni, di progetti di riqualificazione, costituiti da un insieme coordinato di interventi diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. 800 erano stati i progetti giunti alla Presidenza del consiglio da parte dei Comuni8 italiani; 451 quelli inseriti in graduatoria con uno stanziamento originario di 200 milioni di euro, poi ridotti a 80.

Il governo, con un decreto del 6 giugno scorso, comunicava la graduatoria dei primi 46 progetti finanziati, per un totale di 79 milioni di euro. In testa alla graduatoria il Comune di Brescia, che ha ottenuto 2 milioni di euro (massimo finanziabile), che vanno a sommarsi ai 18 ottenuti dal recente Bando Periferie. Alla sottoscrizione in palazzo Loggia saranno presenti anche molti dei sindaci delle città inserite nella graduatoria.

  

REDAZIONE 13 nov 08:08