lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
di ROMANO GUATTA CALDINI 11 ott 14:36

Centro studi disabilità: nuova sede

Da San Polo al cuore di Brescia: il Centro studi disabilità, domenica scorsa, ha inaugurato la nuova sede. Il Centro si è infatti trasferito da via Michelangelo a via Cesare Beccaria, 10, negli spazi del “Caffè Letterario - Primo Piano”

Da San Polo al cuore di Brescia: il Centro studi disabilità, domenica scorsa, ha inaugurato la nuova sede. Il Centro si è infatti trasferito da via Michelangelo a via Cesare Beccaria, 10, negli spazi del “Caffè Letterario - Primo Piano”. La realtà gestita dal Fobab, braccio operativo dell’Anffas, si configura come una biblioteca specializzata sui temi della disabilità intellettiva e dell’apprendimento, la cui dotazione a catalogo ammonta a 1900 documenti.

“Portare qui il Centro permetterà ai ragazzi dello Sfa (Servizio formazione autonomia)– ha sottolineato Giovanni Farinacci, Presidente del Fobap e Vicepresidente dell’Anffas – di raggiungere più facilmente la sede, dando loro la possibilità di vivere un’esperienza occupazionale interessante, hanno tantissime progettazioni in atto”. Il Centro studi, inoltre, potrà rappresentare un punto di riferimento per gli studenti dell’Università Cattolica e dei licei a indirizzo psicopedagogico per le loro tesi di laurea o per approfondimenti, potranno trovare il materiale, non solo cartaceo, specializzato nelle diverse tematiche legate alla disabilità. I ragazzi dello Sfa che operano nel Centro avranno così l’occasione di relazionarsi maggiormente. “La città - ha concluso Farinacci - diventerà un luogo in cui sperimentarsi”. È questa l’idea di fondo condivisa da chi ha reso possibile la realizzazione del progetto, a partire da Marco Faini, direttore dell’Anffas.

ROMANO GUATTA CALDINI 11 ott 14:36