lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MASSIMO VENTURELLI 29 nov 07:53

Cala la popolazione nel Bresciano

Ascolta

Resi noti i dati della ricerca Istat "Natalità e fecondità nella popolazione residente". Tra il 2015 e il 2016 un calo di 1427 persone. In crescita il numero dei matrimoni

Secondo l'Istat è come  se tra il 2015 e il 2016 fosse scomparso dal Bresciano una paese delle dimensioni di Angolo Terme. I dati sulla popolazione resi noti dall'Istituto nazionale di statistica confermano un calo della popolazione sull'intero territorio provinciale pari a 1427 persone, solo 23 in meno rispetto ai residenti della citata località termale .

Il risultato,. come si evince dai dati Istat è il frutto della combinazione di un calo della natalità (-455 rispetto al 2015) e di un aumento del numero delle persone che hanno lasciato la provincia di Brescia.per trasferirsi altrove.

La popolazione bresciana si è attestata al 31 dicembre dello scorso anno a quota 1 milione 262.678, contro 1 milione  264.105 dell'anno precedente. Nello specifico i nati nel Bresicano lo scorso anno sono stati 10.558 contro gli 11.013 dell'anno precedente (Irma, Lozio, Magasa e Valvestino i comuni in cui non è nato alcun bambino,ndr), le morti sono calate di 662 unità,. passando dalle 11.713 del 2015 alle 11.051 dello scorso anno. In crescita, invece, il numero dei matrimoni. Nel 2015 erano state 3.707 le coppie che avevano compiuto questo passo; lo scorso anno sono state 3.861, con un aumento di 154.  2177 sono stati i matrimoni celebrati con rito civile, 1744 (un numero praticamente simile a quello del 2015) quelli religiosi. A fronte di questo aumento, nel 2016 un  bambino su tre tra i nuovi nati è figlio di genitori non sposati.

È stata quella trav i 25 e i 39 anni la fascia d'età più prolifica lo scorso anno. Sono state 5060 le donne comprese in questa fascia d'età che nel 2016 hanno messo al mondo un figlio. I  calo, rispetto agli anni precedente, il contributo giungo da cittadini stranieri ai dati sulla natalità nel Bresciano. Lo scorso anno il numero medio di figli per ogni mamma straneria è stato di 2,3 (1,9 per le italiane) in calo rispetto all'anno precedente.

Altro dato che si evince dall'indagine dell'Istat è quello relativo al contributo alla nataltà dato alle coppie miste. Lo scorso anno il 26% dei nuovi nati nel Bresciano è figlio di questo tipo di coppia.

Un ultimo dato curioso è quello relativo ai nomi dei nuovi nati. I nomi più gettonati nel Bresciano sono stati Francesco, Alessandro e Leonardo per i maschi e Sofia e Aurora per le femmine. Adam, Ryan e Youssef i nomi maschili più duffusi tra gli stranier; Malak, invece, il nome femminile straniero in testa a questa classifica 

MASSIMO VENTURELLI 29 nov 07:53