lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Croazia
di REDAZIONE 21 feb 08:49

Nono posto per l'Italia agli Europei

A Vukovar la nazionale italiana dei sacerdoti era impegnata negli Europei di calcio. In campo anche due bresciani: don Jordan Coraglia e don Matteo Busi. L'Italia ha chiuso la competizione vincendo 3 a 1 contro l'Ucraina

In attesa di vedere gli Europei 2018 (5-8 febbraio) a Brescia, la neonata SIC (Scaerdoti Calcio Italia) inizia la sua avventura nella rassegna continentale 2017. A Vukovar, in Croaziia, 16 rappresentanti del Piemonte, della Lombardia, del Veneto, dell'Emilia Romagna, delle Marche, del Lazio e della Puglia scendono in campo per difendere i colori dell'Italia nell'undicesima edizione della manifestazione.

Tra i bresciani, sono presenti il veterano don Jordan Coraglia e il fantasista don Matteo Busi. Il sorteggio non è stato certo benevolo. La nazionale dei sacerdoti affronti i campioni uscenti del Portogallo, l'Ungheria che tra i pali schiera anche un Vescovo e la Repubblica Ceca, outsider del girone. Con l'Ungheria è arrivata una sconfitta di misura (1 a 0) con il risultato salvato a più riprese dal portiere avversario, più netta la sconfitta maturata contro il Portogallo (4 a 2) al cospetto dei campioni in carica; la nazionale ha dovuto, infine, soccombere ancora di misura davanti alla Repubblica Ceca (2 a 1) e ha chiuso il girone all'ultimo posto. La vittoria (1 a 0) sulla Bielorussia ha portato gli italiani a giocarsi la finale per il 9°/10° posto contro l'Ucraina: 3 a 1 il risultato finale e tutti a casa.

REDAZIONE 21 feb 08:49