lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Orzinuovi
di SERGIO ARRIGOTTI 17 ott 15:24

Ecco l'oratorio Jolly

Quella del nuovo oratorio Jolly è una storia di generosità, di promesse mantenute e di un oratorio particolarmente vivo. Don Luciano Ghidoni era andato a piedi fino a Santiago di Compostela per sollecitare le offerte dei fedeli e raccogliere 100 mila euro, percorrendo 200 km: 500 euro a Km, in cambio del nuovo campo di calcio. La parrocchia, parola di Don Domenico Amidani, avrebbe messo il resto

Quella del nuovo oratorio Jolly è una storia di generosità, di promesse mantenute e di un oratorio particolarmente vivo. Don Luciano Ghidoni era andato a piedi fino a Santiago di Compostela per sollecitare le offerte dei fedeli e raccogliere 100 mila euro, percorrendo 200 km: 500 euro a Km, in cambio del nuovo campo di calcio. La parrocchia, parola di Don Domenico Amidani avrebbe messo il resto. Altri 800 mila euro circa. E ora il sogno si è avverato, la promessa è stata mantenuta.

Il primo lotto del nuovo oratorio Jolly infatti è pronto. Campo da calcio regolamentare a 7 in sintetico, mega tribuna abbondante da 200 posti, e sotto la tribuna quattro spogliatoi, compreso uno per la terna arbitrale, l’infermeria, il ripostiglio, due bagni nuovi anche per gli spettatori.

“Ci piacerebbe inaugurarlo la prima o la seconda domenica di novembre” dice don Luciano “non abbiamo ancora fissato la data, perché sarebbe una buona cosa se venisse ad inauguralo il nuovo Vescovo della diocesi. Anche se sappiamo che è un po' impegnato in questo periodo. Ma essendo una delle opere in via di inaugurazione, magari ci concede la sua benedizione”.

Don Luciano esprime soddisfazione. Erano otto anni che in oratorio non si giocava più a calcio. Con questa operazione, “rientriamo a casa, sono otto anni che giochiamo sempre in trasferta”. E la parte calcistica  dell’oratorio è di tutto rispetto: “otto squadre di CSI che partono dalle medie fino a alla categoria open; una scuola calcio di 60 bambini che si ritrovano due volte alla settimana; una collaborazione attiva con l’Orceana calcio”.

Il secondo lotto per ora è sulla carta. È un progetto ancora da concordare nei dettagli con gli uffici della diocesi. “L’idea è quella di sistemare il cortile dell’oratorio, una piastra polifunzionale e poi uno spazio verde adibito anche ai bambini più piccoli. È sempre stata un po' la parte carente del Jolly, visto sempre come un centro giovanile, ma oggi è importante offrire servizi anche alle famiglie.” E poi la sistemazione delle aule di catechismo per l’iniziazione cristiana. Ogni annata di catechismo sono 80 iscritti. Che per cinque anni fa 400 bambini. E le 8 aulette attuali non sono adeguate ad ospitarli.

In un futuro che si spera sempre prossimo l’idea poi di realizzare il terzo lotto: un “teatro, sala per la comunità, cinema”, da edificare difronte all’oratorio Jolly. Inizialmente si era pensato di realizzarlo all’interno del cortile, ora si è pensato fosse più funzionale realizzarlo all’esterno dell’oratorio. Sempre attaccato al Jolly, ma che non ingolfi gli spazi. Oltretutto l’Amministrazione ha promesso di rendere pedonale il tratto di via che dividerebbe i due edifici.

I costi dei due futuri lotti sono ovviamente consistenti. Per questi si sta valutando con calma e attenzione. E si stanno vagliando le possibilità di accedere ad eventuali finanziamenti. Sulla realizzazione della sala pubblica vi è interesse anche da parte degli imprenditori locali e dell’Amministrazione: a Orzinuovi non c’è infatti una sala pubblica adeguata.

SERGIO ARRIGOTTI 17 ott 15:24