lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di DOUGLAS SIVIERI 04 gen 16:17

Più forte dell'instabilità politica

"Le attese per il nuovo anno sono per l’economia bresciana di rilievo. Già in questo 2017 che sta per finire la nostra economia ha dato segnali importanti, con numeri e risultati di gran lunga superiori a quelli fatto registrare nel resto del Paese". L'anno che verrà nelle parole di Douglas Sivieri, presidente di Apindustria

Le attese per il nuovo anno sono per l’economia bresciana di rilievo. Già in questo 2017 che sta per finire la nostra economia ha dato segnali importanti, con numeri e risultati di gran lunga superiori a quelli fatto registrare nel resto del Paese. In questo Brescia, pur in mezzo ancora a tante difficoltà, ha saputo ancora volta dare prova di quella che è una sua caratteristica peculiare: la capacità e la determinazione nell’andare alla ricerca di quelle nicchie di mercato in cui portare la nostra capacità di innovazione. Per questo sono convinto che gli imprenditori bresciani nel 2018 continueranno a fare quello che hanno fatto anche in questi anni di crisi.

Continueranno ad occuparsi delle loro aziende considerate non un bene privato, ma una ricchezza da coltivare e condividere con i dipendenti, salvaguardando con grande determinazione i livelli occupazionali e aprendosi, appena possibile anche al loro incremento. Probabilmente il nostro mondo finirà per risentire ancora una volta delle incertezze della politica, in un anno, come sarà il 2018, segnato da un gran numero di appuntamenti elettorali.

L’economia bresciana, che ha solide basi, saprà comunque fare fronte anche a queste situazioni che sono state spesso oggetto della nostra critica. Sono però convinto che anche il prossimo anno l’economia saprà fare fronte con determinazione alla mancanza di quella stabilità politica che di fatto priva ormai da anni il Paese di quel piano di sviluppo economico e industriale necessario per il suo rilancio. A rendere un po’ meno preoccupante il quadro complessivo c’è però il venire avanti di un nuovo modo di intendere le relazioni sindacali. In un mondo della produzione che, grazie anche al piano Industria 4.0, si sta evolvendo con grandissima rapidità, anche il sindacato sembra avere compreso la necessità di arrivare a modi nuovi e coerenti con i contesti attuali di intendere la rappresentanza. Solo in questo modo l’economia bresciana, in tutte le sue componenti, saprà fare fronte con efficacia alle tante sfide del 2018.

DOUGLAS SIVIERI 04 gen 16:17