lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MARIO RICCI 02 feb 09:13

Luci a Mompiano con la Coppa Italia

Ascolta

Brescia ospiterà la Final Four del 10 e 11 marzo. Borelli: “Sarà grande festa e un regalo speciale alla nostra città”. Recco è la squadra da battere

La trama del film è sempre la stessa. Provare a contrastare lo strapotere della Pro Recco è da sempre uno degli obiettivi dell’An Brescia, storica rivale dei liguri che tra serie A e Coppe varie sono tra le regine della pallanuoto mondiale. Lo scontro si rinnova ancora, stavolta in occasione della Final Four di Coppa Italia che la Federazione ha concesso di organizzare nella piscina di Mompiano dal 10 all’11 marzo. A distanza di due anni, dunque, Brescia torna ad ospitare l’atto conclusivo della Coppa nazionale. Trofeo che la formazione genovese ha conquistato a mani basse ben 11 volte: dal 2006 al 2016 fatta eccezione per il 2012, unica gioia concessa proprio alla Leonessa. In campionato l’An Brescia è sempre alle sue spalle e molto probabilmente la sfida finale per il tricolore sarà tra le due contendenti.

L’occasione per provare a rifilare uno sgambetto ai reccherini è più ghiotta che mai: si giocherà in casa, sfida secca e – soprattutto – di fronte al pubblico amico. Bisognerà comunque vincere la semifinale; ma che la sfida per alzare il trofeo sia una questione tra Brescia e Recco è praticamente già scritta . Troppo il divario tra i due club – in corsa per la fase finale anche della Champions League – con il resto dello Stivale. L’appuntamento sarà per venerdì 10 marzo con le semifinali e il giorno successivo per la finalissima anticipata dalla sfida per il terzo posto. La sfida tra Brescia e Recco, oltre ad essere molto sentita dai giocatori, lo è innanzitutto per il “deus ex machina” biancoazzurro Piero Borelli. “Al di la della competizione puramente agonistica, questo è il regalo che vogliamo fare alla città di Brescia e a tutti gli sportivi. Sarà una festa e magari chissà…è la volta buona!”.

Mompiano sarà un catino incandescente e per fare le cose in grande (si sta trattando anche la diretta televisiva Rai) l’ingresso alla due giorni sarà completamente gratuito. “Dobbiamo ringraziare gli sponsor e gli imprenditori privati che ci stanno aiutando per coprire le spese organizzative di una manifestazione importante – aggiunge il massimo dirigente –. Mi aspettavo un appoggio da parte dell’Amministrazione comunale che invece ci ha snobbato ma comprendo che con la spending review abbiano le mani legate”. Inutile sottolineare come la nomina del presidente Malchiodi a dirigente federale abbia contribuito ad assegnare a Brescia la Final Four. “Il grazie va sicuramente al nostro patron. Andrea è un appassionato di questo sport oltre ad essere una persona giusta ed equilibrata. Fosse la volta buona – conclude Borelli – che a Roma cominci a cambiare il vento”.

MARIO RICCI 02 feb 09:13